CollezionismoNumismatica

STERLINA D’ORO RE GIORGIO VI INGHILTERRA 1937

Lo standard adottato della sterlina in oro emessa dalla Zecca Reale Britannica (Royal Mint) ha visto la sua nascita nel 1816 con la legge del ‘Great Recoinage’ che ne stabilì il peso lordo e la percentuale di oro zecchino che la sterlina doveva contenere. Da allora ne sono state coniate oltre un miliardo di esemplari il che la rende sicuramente la più diffusa delle monete in oro al mondo. E’ nota in Italia con il nome Sterlina, benchè la sua reale e più nota denominazine nei paesi anglosassoni corrisponda a ‘Gold Sovereign’ che possiamo tradurre con ‘Sovrana d’Oro’, nome, questo, più noto, in Italia, solo presso gli operatori del settore e i collezionisti.

La sterlina d’oro raffigurante Re Giorgio VI (King George VI) è stata coniata solo nel 1937, anno della sua incoronazione, in un numero molto limitato (circa 5500 esemplari).

1
Giorgio VI (nato Albert Frederick Arthur George; Sandringham, 14 dicembre 1895 – Sandringham, 6 febbraio 1952) è stato re del Regno Unito e degli altri Domini britannici d’oltremare dall’11 dicembre 1936 fino al 6 febbraio 1952, giorno della sua morte. Fu l’ultimo Imperatore d’India fino al 15 agosto 1947, sebbene mantenne il titolo fino al 22 giugno 1948. Fu anche l’ultimo sovrano britannico a essere re di tutta l’Irlanda; infatti, sebbene l’Irlanda fosse divenuta una repubblica nel 1937, il sovrano mantenne comunque il controllo fino al 1949 e il titolo fino alla morte. Era il padre dell’attuale sovrana Elisabetta II e di sua sorella Margaret. Nacque dall’unione tra il duca di York, in seguito divenuto re Giorgio V, e la principessa Mary di Teck, secondogenito dopo il fratello Edoardo. Nel 1920 fu nominato dal padre duca di York e conte di Inverness. Nel 1923 sposò nell’abbazia di Westminster lady Elizabeth Bowes-Lyon, dalla quale ebbe le due figlie, Elisabetta e Margaret. L’11 dicembre 1936, in seguito all’abdicazione del fratello Edoardo VIII, salì al trono prendendo il nome di Giorgio VI, poiché il suo primo nome Albert suonava troppo tedesco. Fu incoronato il 12 maggio 1937 nell’abbazia di Westminster insieme alla moglie, la regina Elizabeth Bowes-Lyon; questa fu la prima incoronazione trasmessa dalla radio e registrata per la riproduzione privata dalla BBC. Evento centrale del suo regno fu la seconda guerra mondiale, combattuta dal Regno Unito, alleato della Francia e poi degli Stati Uniti, contro l’Asse italo-tedesco. Durante tutta la guerra, e in modo particolare durante il difficile periodo dei bombardamenti su Londra, seppe conquistare la stima e l’affetto dei suoi sudditi, rimanendo sempre saldamente al suo posto e rifiutando ogni fuga, contribuendo anzi, con i suoi discorsi radiofonici, a tenere alto il morale del paese durante la resistenza all’attacco subito dalla Germania nazista. Nel dopoguerra fu tra i principali promotori della ripresa economica e sociale del Regno Unito.

Sul lato di testa, il profilo del Re è contornato dalla frase latina: GEORGIUS VI D.G.BR:OMN:REX F.D.IND: IMP.

Sul lato rovescio troviamo il rilievo di San Giorgio a cavallo che uccide il drago, opera, questa, di un artigiano italiano: Benedetto Pistrucci.

Il titolo della sterlina d’oro con il profilo di Re Giorgio VI è pari al 916,66‰, circa 22 carati su 24.

Il suo diametro è di mm. 22.12.

Translate

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.

 

>> Cookie Policy <<