CollezionismoFilatelia

3 PARTE AEREOFILIA INTERNAZIONALE

Il 9 ottobre 1906 il conte Ferdinand von Zeppelin, dopo alcuni disastrosi precedenti, fu pronto per il volo di inaugurazione del suo terzo dirigibile. Contrariamente ai due precedenti tutto si risolse in un successo e per tutto il 1907 vennero effettuati numerosi voli trasportando alcuni passeggeri. Durante i voli i passeggeri presero l’abitudine di richiedere la firma del comandante sulle cartoline ufficialmente emesse per poi inviarle una volta arrivati a terra: furono precursori degli aerogrami zeppelin che tuttora costituiscono oggetto di appassionata ricerca dell’aerofilia.

Nel 1909 l’organizzazione “Zeppelin” cominciò ad occuparsi assiduamente anche del trasporto postale e dei lanci di ricordini sulla folla. Furono quindi emesse cartoline ufficiali con fotografie del dirigibile che era ormai il sesto prodotto e perfezionato. Per annullare le cartoline furono predisposti alcuni timbri che venivano usati a bordo.

Con l’avvento dell’aeroplano inizia l’era moderna dell’aeronautica. Il primo tentativo di trasporto postale in aeroplano spetta alla Gran Bretagna ed al suo pilota Claude Grahame-White che compì il volo “Blackpool-Southport” nel 17 agosto 1910[8]. Questo primo trasporto di posta aerea fu anche causa delle prime crash cover in quanto il volo terminò dopo poche miglia ed il sacco con la posta venne recuperato per l’inoltro via terra. Tutte le cartoline erano state predisposte per l’esperimento ed affrancate con un valore da 1/2 penny. Prima dell’inoltro furono stampigliate con un timbro rosso esplicativo del volo e recante la scritta “FIRST AERIAL MAIL”.

Il primo trasporto di posta compiuto con successo fu ad opera del pilota francese Henry Pequet il 18 febbraio del 1911. Il volo collegò le due città indiane di Allahabad e Naini per una distanza di 10 km e 13 minuti e 10 di volo. Con l’aeroplano furono trasportate 6000 aerogrammi tra lettere e cartoline. Tutte le lettere portavano il timbro con la dicitura “First Aerial Post U.P. Exhibition Allahabad 1911″.”

Il primo trasporto di posta avvenuto con successo in Europa fu compiuto il 14 settembre da Londra a Windsor e faceva parte delle celebrazioni per l’incoronazione di Giorgio V. Nei giorni in cui il servizio era in funzione e fino al 26 settembre, da diversi piloti, furono trasportatati 125.000 aerogrammi. Le cartoline erano state appositamente approntate con l’immagine di un aereo in fase di decollo da Windsor ed i timbri portavano la scritta “FIRST UNITED KINGDOM AERIAL POST”.

Nello stesso anno in America fu compiuta la prima trasvolata coast to coast ovvero da una costa all’altra del continente. Il pilota Calbraith Perry Rodgers, che riuscì nell’impresa, vinse così i 50.000 dollari messi in palio dall’editore William Randolph Hearst. Durante l’impresa il pilota trasportò anche della posta che venne affrancata con una apposita vignetta da 25 centesimi dovuti oltre l’affrancatura con un valore ordinario. Tale vignetta, sponsorizzata dalla Vin Fiz Company era stampata in nero e fu la prima a riprodurre per intero un aeroplano.

Nel giugno del 1928 l’austriaco Federico Schmidel iniziò, primo al mondo, utilizzò un razzo per il trasporto di 200 lettere. L’esperimento fu seguito da rigorosi studi di aerodinamica e balistica. Le lettere vennero affrancate con francobolli austriaci ed una particolare vignetta arancione di forma triangolare; il razzo usato fu un FS1.

Nel 1932 lo svizzero Auguste Piccard con il suo aerostato raggiunse la quota di 16.250 metri viaggiando così nella stratosfera. Nel carico trasportava 50 lettere affrancate il 17 giugno a Zurigo con francobolli svizzeri. All’atterraggio nei pressi di Mantova furono inoltrate ricevendo anche l’affrancatura italiana. Le lettere testimoniano il primo trasporto di posta aerea nella stratosfera.

Nel 1939, il 15 ottobre, lo stato di Cuba emise il primo francobollo al mondo per posta aerea via razzo. L’esemplare fu ottenuto sovrastampando con la scritta “EXPERIMENTO DEL COHETE POSTAL ANO DE 1939” un valore sa 10 c. verde e giallo.

L’8 giugno del 1959 il sommergibile statunitense Barbero lanciò un razzo Regulus dalla stazione navale di Mayport in Florida. Le testate nucleari del Regulus erano state sostitute con due contenitori delle Poste Americane contenenti 3000 aerogrammi[13]. Le buste, appositamente stampigliate con l’immagine del missile, contenevano un messaggio del Direttore Generale delle Poste degli Stati Uniti invitante ad un utilizzo pacifico della tecnologia dei razzi. L’esperimento costituisce il primo esempio al mondo di uso missilistico per il trasporto aereo della posta.

IL 16 gennaio 1969, ad opera dell’U.R.S.S. avvenne il primo incontro nello spazio tra due mezzi di trasporto. Le due navicelle Sojuz 4 e Sojuz 5 si agganciarono consentendo il trasbordo da una all’altra di uomini ed oggetti provenienti della Terra. Tra gli oggetti vi erano anche due lettere: una privata e scritta dalla moglie dell’astronauta Vladimir Aleksandrovič Šatalov ed una ufficiale ed affrancata con un francobollo da 10 c. Šatalov fu quindi il primo uomo a ricevere corrispondenza nello spazio.

Le due lettere di Šatalov possono considerarsi l’anello di congiunzione tra l’aerofilia propriamente detta ed una nuova frontiera del collezionismo che si interessa di trasporto della posta nello spazio e che non ha un nome ancora definito ma presenta alcune caratteristiche che presuppongono un genere differente. Evidente motivo di differenza si può riconoscere nel diverso nome degli oggetti trasportati: aerogrammi in aerofilia e cosmogrammi nel collezionismo di buste viaggiate nello spazio.

Translate