CollezionismoScripofilia

Monete antiche, scripofilia, investimento e riserva di valore.

In questi settori possono esserci opportunità di investimento oltre che di passione? Risponde Alex Ricchebuono, esperto di investimenti.

Negli ultimi anni, tutti quelli che sono chiamati “passion investment” hanno visto una vera e propria esplosione e professionalizzazione dell’offerta, dalle macchine sportive alla numismatica. In maniera allargata, tutto quello che riguarda il collezionismo di beni legati al mondo finanziario sta crescendo molto, soprattutto in alcuni Paesi. L’Inghilterra e gli Stati Uniti sono da sempre i capofila della finanziarizzazione di certi tipi di investimenti, tant’è che sono stati raggiunti dei record mai toccati prima. Recentemente, proprio all’inizio di quest’anno, una moneta d’oro inglese è stata battuta per oltre un milione di dollari in una casa d’asta di Londra. Qualche anno fa, invece, negli Stati Uniti una moneta greca molto bella, uno statere in oro del IV secolo a.C., ha superato i tre milioni e duecentocinquantamila dollari.

Quali sono gli ambiti più interessanti e perché?

Nel campo del collezionismo finanziario, ci sono dei gironi. Chi ricerca le grandissime rarità deve essere preparato a investimenti consistenti. In termini di scelta, c’è una grandissima varietà: solo nel periodo dell’antica Roma si calcola che siano state coniate più di 2.700 monete, mentre nella storia dell’uomo sono state coniate qualche milione di tipologie. Questo vale anche per gli antichi certificati azionari emessi durante il periodo coloniale nel Rinascimento, piuttosto che dalle grandi città commerciali italiane, come Venezia, Firenze o Genova. Per cui ci sono tantissime opportunità, un po’ per tutte le tasche. Sono sicuramente investimenti molto affascinanti e, come vedete, di passione.

Quali sono le differenze rispetto agli altri strumenti che valgono come riserve di valore?

Una delle differenze principali rispetto agli altri strumenti che valgono come riserve di valore è che non occupano tantissimo spazio e, di conseguenza, sono più facili da maneggiare. Tra l’altro, molti di questi oggetti, hanno un valore intrinseco come l’oro e l’argento, anche se richiedono una maggiore attenzione. La cosa interessante è che possono essere anche mostrati ad amici o ad appassionati, direttamente a casa propria. Pensate che ci sono degli esempi di collezione di monete già all’epoca degli antichi romani, e gli archeologi hanno trovato collezioni intere che datano più di duemila anni. Per cui, il fatto di conservare a casa propria degli oggetti che parlano della storia, ha un fascino che – secondo me – è difficile ritrovare in altri oggetti più commerciali e industriali.

Link: https://www.we-wealth.com/it/video/alex-ricchebuono-monete-antiche-investimento-riserva-valore/?fbclid=IwAR0wsuog3PttltPoNCCTtX4zo2FETYVBJQb2zthw7qBQcC-YSfOx47c-vLM

Per maggiori informazioni sulla Scripofilia visita: www.scripofilia.it o www.scripomuseum.com

Translate

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.

 

>> Cookie Policy <<