giovedì, 27 Giugno 2019
Iconografia dei Re Magi - I francobolli del Sovrano Ordine di Malta - 5 dicembre 2018
CollezionismoFilatelia

“Iconografia dei Re Magi” – I francobolli del Sovrano Ordine di Malta – 5 dicembre 2018

Le Poste Magistrali del Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme di Rodi e di Malta hanno stabilito l’emissione di una serie e di un foglietto della serie tematica

ICONOGRAFIA DEI RE MAGI

Data di emissione: 5 Dicembre 2018

Valori: serie di tre francobolli  da € 2,40 ciascuno  per complessivi € 7,20.
In foglietto: due francobolli da € 2,60 e da € 5,40 per complessivi € 8,00

Soggetto: Bartolomeo di Tommaso: Trittico Rospigliosi  Città del Vaticano, Pinacoteca Vaticana (Musei Vaticani©2018. Foto Scala, Firenze
Serie: particolari del trittico: Annunciazione ai lati Adorazione dei Re Magi al centro. 
Foglietto: il dipinto nella sua interezza.
In francobollo: valore da €. 2,60:  Incoronazione della Vergine  (part.) valore da €. 5,40:  Adorazione dei Re Magi  (part.).

Formato Francobolli:
Serie: mm 30 x 40 francobolli ai lati; dentellatura: 13¼ x 13
mm 52,5 x 40: francobollo centrale; dentellatura 13¼ x 13
Foglietto: mm 115 x 148.
mm 40 x 30 per valore da € 2,60; dentellatura 13 x 13¼
mm 30 x 40 per valore da € 5,40; dentellatura 13¼ x 13

Foglio: da sei serie complete per complessivi diciotto francobolli

Tiratura: seimila serie complete e tremila foglietti numerati

Stampa: offset. Cartor Security Printing. La Loupe, Francia

Secondo il Vangelo di San Matteo (2, 1-12) i Magi giunsero da Oriente a Betlemme per adorare Gesù. La tradizione cristiana successiva aggiunse altri particolari alla narrazione evangelica. Sacerdoti, saggi, astrologi, che fossero in numero di tre venne dedotto dai doni che portarono al Bambino, l’oro, l’incenso e la mirra e dall’apocrifo Vangelo dell’infanzia Armeno ne vennero indicati i nomi di Baldassarre, Melchiorre, Gaspare. L’attribuzione della regalità derivò dal richiamo alle profezie dell’Antico Testamento che parlano dell’adorazione al Messia da parte di alcuni re (Isaia, 60:3, Salmi 72:10 e 68:29).

Di Bartolomeo di Tommaso, noto anche come Bartolomeo da Foligno, si hanno notizie dal secondo al quinto decennio del XV secolo. Considerato uno dei precursori del Rinascimento umbro, esegui lavori a Fano, Foligno. In questo periodo dipinse il Trittico Rospigliosi che nel 1888 venne donato dal principe Altieri a Papa Leone XIII in occasione del suo giubileo sacerdotale.

Lo slancio verticale della cornice a trittico ancora legata all’architettura gotica che delinea, in stretto rapporto con il dipinto, il Trittico Rospigliosi, è accentuato dai pinnacoli posti al centro dei tre archi. Nel pinnacolo centrale, nel trigramma JHS che indica il nome di Gesù (J Jesus, H Hominum, S Salvator) è posta, sopra il tratto della H, la croce voluta da Papa Martino V nel 1427 ed è circondato da un sole a dodici raggi.   Nei pinnacoli laterali sono raffigurati l’angelo Gabriele e la Vergine Maria nell’Annunciazione, momento in cui si verifica l’unione ipostatica definitiva tra natura umana e natura divina in Gesù Cristo .Nei pannelli laterali del trittico, a sinistra, le levatrici sono intente a lavare il Bambino appena nato e, a destra, i Re Magi sono in adorazione del Re dei re. Nel pannello centrale, circondati dagli angeli Gesù incorona la Madre di Dio.

Translate