BanconoteCollezionismo

BANCONOTA LIRE 50000 VOLTO DI DONNA

Nel corso degli anni Settanta la crisi petrolifera e la liberalizzazione del mercato internazionale dei cambi colpirono pesantemente la lira, che perse oltre la metà del suo valore. Fu così che il governo di Giulio Andreotti e del ministro del Tesoro Gaetano Stammati si trovarono nella necessità di emettere nuovi pezzi da 50.000 e 100.000 lire, i vecchi essendo stati pesantemente esposti all’inflazione e alla contraffazione

Il biglietto contiene un filo metallico di sicurezza interno, posto verticalmente. Tutte le emissioni sono stampate su carta contenete fibrille fluorescenti visibili con luce ultravioletta per garantire sicurezza e scoraggiare i falsificatori.

Di questo biglietto furono autorizzati 632.800.000 pezzi per un valore pati a L. 31.640.000.000.000

Fronte busto di giovane donna a sinistra

Retro Cappella colonnata e motivi architettonici

Filigrana nella destra nel riquadro testa femminile

Contrassegno di Stato Fronte Leone di San Marco e Repubbliche Marinare

Intestazione di firme Il Governatore, Il Cassiere

Misure in mm 150×70

Stampati dall’Officina Della Banca d’Italia, Roma

Realizzatori disegno di G.Savini incisioni di A.Canfarini

Decreto delle caratteristiche . D.M. del 13 giugno 1977

Ogni serie e composta da 700.000 pezzi

Serie speciali sostitutive venivano usate per sostituire i valori che durante la lavorazione risultavano avere difetti di fabbricazione quindi scartate e distrutte prima della distribuzione.In tutto e per tutto uguali alla serie ordinarie venivano impiegate per colmare i vuoti nelle mazzette. Oggi rivestono un maggiore interesse numismatico a causa della bassa tiratura e della difficile reperibilita’ . Ne fanno parte le banconote con lettera “X”

In circolazione dal 18 ottobre 1977, fuori corso dal 1° dicembre 1986

in6koq

Translate »