BanconoteCollezionismo

BANCONOTA DA LIRE 50000 LEONARDO DA VINCI

leonardo
Leonardo di ser Piero da Vinci (Vinci, 15 aprile 1452 – Amboise, 2 maggio 1519) è stato un ingegnere, pittore e scienziato italiano. Uomo d’ingegno e talento universale del Rinascimento, incarnò in pieno lo spirito della sua epoca, portandolo alle maggiori forme di espressione nei più disparati campi dell’arte e della conoscenza. Si occupò di architettura e scultura, fu disegnatore, trattatista, scenografo, anatomista, musicista, progettista e inventore. È considerato uno dei più grandi geni dell’umanità.

La banconota e’ stata stampata tra il 1967 ed il 1974 presso l’officina carta valori della Banca d’Italia, di questo biglietto furono autorizzati 125.000.000 pezzi per un valore pari a L. 6.250.000.000.000. Il disegno è di Florenzo Masino Bessi mentre l’incisione è di Mario Baiardi e Trento Chiodini.

La banconota da 50000 lire e’ stata uno dei tagli di cartamoneta circolante in Italia prima dell’introduzione dell’euro, stampata in diverse emissioni dal 1967 al 1999

La contestuale emissione di biglietti da 50000 lire e 100000 lire venne decisa per la prima volta dal governo di Aldo Moro e dal ministro del tesoro Emilio Colombo. a quei tempi il valore di 50000 lire era al quanto elevato , rappresentando circa la meta’ dello stipendio medio di un operaio e, secondo gli indici istat ad un controvalore odierno di circa 500 euro

Il biglietto fu stampato su carta avana rosato e filigranata, la stampa venne eseguita con il sistema letter-set e calcografia presso l’officina della Banca d’Italia

Il D.M. del 29 maggio 1967 n 359 autorizzo’ il nuovo formato. Il D.M. del 27 giugno 1967 determino’ le caratteristiche del biglietto . Il D.M. del 14 agosto 1947 determino’ le caratteristiche del contrassegno che . Con questo decreto si stabiliva che il contrassegno sul recto fosse rappresentato un volto di giovane donna di prospetto raffigurante un’ immagine mitologica denominata “MEDUSA” che sostituiva il D.M. precedente del 30 luglio 1896 italia di profilo a sinistra con collana di perle un orecchIno a prendente un diadema di perle ed una pezzuola a due pendagli terminanti con una perla denominata “TESTINA”

Tutte le serie di queste emissione vennero contraddistinte da una delle 25 lettere dell’alfabeto

Sul Fronte della banconota nella destra autoritratto di Leonardo Da Vinci

sul Retro scorcio del borgo medievale di Vinci

Filigrana nella sinistra testina della Sant’Anna di Leonardo

Contrassegon di stato Medusa

Intestatario di firme il Governatore, il Cassiere

Misure biglietto in mm 167×82 formato biglietto parte stampa 155×70

Serie ogni serie e composta da 100.000 pezzi

Nota le emissioni del 1970, 1972 e 1974 sono stampate si carta contenente fibrille fluorescenti

Serie speciali sostitutive venivano usate per sostituire i valori che durante la lavorazione risultavano avere difetti di fabbricazione. Quindi scartate e distrutte prima della distribuzione in tutto e per tutto uguali alle serie ordinarie venivano impiegate per colmare i vuoti nelle mazzette .Oggi rivestono un maggiore interesse numismatico a causa della bassa tiratura e la difficile reperibilita’ ne fanno parte le banconote con la lettera “W”

In circolazione dal 4 dicembre 1967 fuori corso dal 31 marzo 1979

banconota-leonardo-da-vinci-retro

Translate