CollezionismoFilatelia

7 PARTE MARCOFILIA GLI ANNULLI SPECIALI ITALIANI

Le Poste italiane su richiesta di enti pubblici o privati possono eseguire un servizio filatelico temporaneo con annullo speciale. Generalmente questi annulli speciali riproducono graficamente un richiamo alla manifestazione per la quale sono stati richiesti tramite una vignetta, la data dell’evento, il Codice di avviamento postale di interesse, il simbolo distintivo delle Poste Italiane e la sigla automobilistica della provincia dove il servizio è effettuato. La forma può essere tonda, ovale o rettangolare.

Con tali bolli può essere annullata corrispondenza ordinaria, prioritaria, assicurata e raccomandata. L’ente richiedente l’annullo speciale in genere effettua la richiesta intendendo dare all’evento previsto una più amplia pubblicità e storicizzazione in quanto i timbri utilizzati, ad evento concluso, vengono poi catalogati e conservati presso il museo storico delle Poste. Data l’enorme vastità di eventi ufficializzati con tali annulli è frequente che gli stessi siano collezionati in maniera tematica. Uno dei temi più seguiti in questo ambito è quello religioso dei “Santi” in quanto è consueta la richiesta di annulli speciali da parte dei vari enti promotori delle feste patronali.

Il primo annullo speciale italiano fu creato nel 1871 per l’Esposizione Internazionale Marittima di Napoli. Dal 10 aprile venne allestito presso la sede dell’evento un ufficio postale con funzione di succursale e in dotazione il timbro in doppio cerchio con la dicitura “Esposizione Marinara – Napoli” che rappresenta uno dei più rari annulli italiani.

Il primo annullo speciale del Regno di Umberto I risale al 1880 e venne emesso a Torino, in occasione dell’Esposizione di Belle Arti. Per l’occasione fu allestito un ufficio temporaneo dal 25 aprile al 26 settembre dove poteva essere timbrata la corrispondenza con un timbro tondo dalla dicitura “Torino Esposizione” accoppiato all’annullo numerale nº 3337.

Nel 1898 fu approntato il primo annullo di interesse per l’Aerofilia, in occasione dell’Esposizione Generale Italiana Pallone Frenato, che si svolgeva a Torino. L’annullo possedeva la dicitura “Torino-Esposizione” e la data al centro. Poteva essere accoppiato al timbro speciale in colore viola su tre righe con la scritta “Stazione Aerea -Esp. Torino” e la data..

Nel 1951 in occasione dei Concorsi Ginnici di Firenze, insieme all’emissione dei tre francobolli commemorativi venne studiato un annullo speciale in dotazione al servizio mobile della posta che aveva la dicitura “Feste e concorsi ginnastici Int. F.G.51 Firenze”. Sulle raccomandate e sulle buste ufficiali venne anche apposto un bollo rettangolare con la scritta “F.G.51 Autoambulante post.nº3 Firenze”. Tale scritta su tre righe si riferiva all’ufficio postale mobile montato su un furgone e chiamato appunto “autoambulante”.

Translate

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.

 

>> Cookie Policy <<