venerdì, 20 ottobre 2017
L'opera finita
CollezionismoNewsScripofilia

Il clamoroso successo del libro sulla Scripofilia

E’ ufficialmente disponibile oggi, ma sta già facendo parlare di se in tutto il mondo. Il volume “SCRIPOFILIA – Il collezionismo di titoli finanziari storici. ITALIA – Dagli Stati preunitari alla Repubblica”, è uno dei più grandi successi, se non il più grande, relativo ad un’opera che racconta la storia della Scripofilia in italia. 

Prima di descrivervi la sua essenza, voglio invece raccontare i retroscena di questa opera monumentale. Circa tre anni fa, quando mi recai negli uffici dell’autore, Alberto Puppo, esperto collezionista e perito internazionale, in una chiacchierata informale ammise di avere chiuso in un cassetto un progetto che sognava da anni, costruire qualcosa che raccogliesse la storia dell’economia italiana tramite la passione del collezionismo. A primo acchito non capii il potenziale di questa idea, pensavo fosse l’ennesimo elenco stampato utile solamente per chi fosse introdotto a questo settore, poi però la scintilla…

” Ho raccolto per anni documenti, ho percorso kilometri, conosciuto centinaia di persone, secondo te per cosa? Per tramandare qualcosa di importante, la memoria storica del percorso della storia della finanza ed in particolare quella italiana!”  Mi disse in un impeto di felicità.

Un percorso che parte da prima dell’unificazione dell’ Italia, fino quasi ai giorni nostri, un passaggio fatto di grandi aziende, fallimenti, invenzioni incredibili (il fax e molte altre invenzioni, da chi pensate che siano state concepite?),  crescite esponenziali, politici influenti, firme autografe, immagini disegnate da artisti famosi e molto altro.

Tutto qui? Certo che no!

L’opera rappresenta una collezione unica di più di un migliaio di azioni, obbligazioni e altri titoli storici, che possono essere ammirati nella loro interezza e raffinatezza, tramite immagini ad altissima definizione. Una grande operazione di raccolta di documenti, appartenenti a più collezioni; completamente realizzata in Italia, dalla ideazione, all’impaginazione, al packaging, ai materiali, con tiratura di sole 100 copie numerate e firmate dall’autore (per questa edizione). Un’opera che si presta ovviamente al grande formato per la qualità delle riproduzioni, ma soprattutto a diventare un punto di riferimento per l’editoria del settore del collezionismo storico finanziario. Il libro rappresenta un continuum tra finanza, arte e storia del passato, con il nuovo, il portale scripomuseum.com (tra poco online con una nuova veste grafica).

Ogni immagine che si trova all’interno dell’opera, può essere ricercata nel sito web, tramite il numero di pagina. Non solo bellezza, ma anche cultura, approfondimenti storici, caratteristiche del titolo, immagini e video aggiuntivi, quotazioni e indice di rarità. Un legame indissolubile che va oltre il tempo.

Di seguito potete ammirare in anteprima una parte di tutte le lavorazioni fino ad opera finita. Per maggiori informazioni, vi invitiamo ad inviare ima email a info@scripo.it

 

 

 

Massimo Uccelli
44 anni, libero professionista, in bilico tra il vecchio ed il nuovo, tra documenti antichi e tecnologia. Sempre in cerca di informazioni riguardanti documenti di vecchie banche italiane (Monti di Pietà).
Translate »