CollezionismoFilatelia

I francobolli del Sovrano Ordine di Malta – 18 dicembre 2019

Le Poste Magistrali del Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme di Rodi e di Malta hanno stabilito le seguenti emissioni.

  • Arte Musiva
    • serie: 2 francobolli uniti a dittico da € 2,60 ciascuno per complessivi € 5,20
    • in foglietto: un francobollo da € 2,40 e da € 4,40 per complessivi € 7,20
  • Maestri della Pittura
    • in foglietto: un francobollo da € 5,40
  • Iconografia dei Re Magi
    • in foglietto: un francobollo da € 2,90 e un francobollo da € 4,40 per complessivi € 7,70
  • Santo Natale
    • serie: 3 francobolli da € 1,10, € 1,15 e € 2,90 per complessivi € 5,15
    • in foglietto: un francobollo da € 2,40 e da € 4,40 per complessivi € 7,20

Arte musiva

Data di emissione:  18 dicembre 2019

Formato dei francobolli uniti a dittico: mm 52 x 40. Formato francobolli inseriti nel foglietto mm 52 x 40.

Tiratura: cinquemila dittici e tremila foglietti
Il foglio contiene sei dittici per complessivi dodici francobolli

Stampa: in offset. Cartor Security Printing. La Loupe, Francia.

Del catino absidale della Basilica di Santa Maria Maggiore in Roma, i francobolli riproducono il particolare dell’Incoronazione della Vergine Maria, mosaico di Jacopo Torriti.
Roma, Basilica di Santa Maria Maggiore ©2019. De Agostini Picture Library/Scala, Firenze

Nel foglietto è raffigurato il mosaico del tondo dell’Incoronazione e, nei francobolli inseriti, il dettaglio della decorazione musiva nel valore da € 2,40 e il particolare dell’Incoronazione della Vergine, nel valore da € 4,80.

La serie di due francobolli uniti a dittico, ciascuno di € 2,60, raffigura Gesù nell’atto di porre la corona sul capo della Vergine

Il mosaico raffigurante la prima Incoronazione della Vergine absidale venne realizzato da Jacopo Torriti nel 1295 nel corso degli interventi effettuati nella Basilica di Santa Maria Maggiore in Roma che comportarono l’aggiunta del transetto e la creazione di una nuova abside, in vista del primo giubileo dell’anno 1300.

Tipico dell’arte musiva del periodo paleologo, il mosaico è caratterizzato da un acceso cromatismo e dalla straordinaria valorizzazione dell’uso dell’oro che ricopre l’interno della cupola e risalta mirabilmente il tondo della scena centrale. Questa tecnica che rinnova la tradizione musiva bizantina influenzò l’Occidente attraverso l’attività di mosaicisti greci in Italia. Jacopo Torriti si distinse immettendo notazioni naturalistiche che si integrano negli spazi dorati e creano una illusione di profondità con dettagli disposti tridimensionalmente nello spazio.

Maestri della Pittura

Data di emissione:  18 dicembre 2019

Formato francobollo: mm. 40 x 52; dentellatura 13 x 13.
Formato foglietto: mm 140 x 125.

Tiratura: tremila foglietti numerati

Stampa: offset. Cartor Security Printing: la Loupe, Francia

Di Vincent van Gogh, il foglietto filatelico riproduce nella sua interezza il dipinto ”Salici al tramonto”, conservato a Otterlo, presso il Rijksmuseum Kröller-Müller. ©2019. Foto Art Resource/Scala, Firenze. Nel francobollo, del valore di € 5,40, il particolare del sole con rami di salice.

Vincent van Gogh dipinse “Salici al tramonto” nell’autunno del 1888, anno particolarmente importante nella vita dell’artista. Consigliato dal fratello Theo, si trasferì ad Arles, dove prese in affitto la “Casa gialla”, sperando di stabilirvi una comunità di artisti. In questo periodo dipinse con incredibile energia i suoi capolavori, tra i quali Salici al tramonto, dipinto di grande impatto emotivo dominato dalla possente energia emanata dai raggi irradiati dal sole che sottraggono al buio della notte le alte erbe e gli spogli salici.

Iconografia dei Re Magi

Data di emissione:  18 dicembre 2019

Formato dei due francobolli: mm 44 x44; dentellatura: 13 ½ x 13 ½
Formato del foglietto: mm 150 x 110.

Tiratura: tremila foglietti numerati

Stampa: offset. Cartor Security Printing. La Loupe, Francia

Sopra l’altare maggiore della Chiesa del Santuario di Santa Maria delle Vertighe, presso Monte San Savino, è posta una tavola del XIII secolo raffigurante, al centro, la Madonna in trono con il Bambino e ai quattro lati, le storie di Maria (l’Annunciazione, la Natività di Gesù, l’Adorazione dei Magi e l’Assunzione della Vergine al Cielo). La recente critica ha attribuito la parte centrale dell’opera a Margarito (o Margaritone ), uno dei massimi esponenti della pittura di Arezzo nella seconda metà del 1200 e, le quattro storie laterali a Ristoro (o Restoro)

Il foglietto filatelico, presenta l’opera nella sua interezza. ©2019. Foto Scala, Firenze. Dei francobolli all’interno, il valore da € 2,90, raffigura dell’Annunciazione, il valore da € 4,80, l’Adorazione dei Re Magi.

Santo Natale

Data di emissione:  18 dicembre 2019

Formato francobolli foglietto valore da € 3,60: mm 52 x 40.
Formato francobolli foglietto valore da € 3.90: mm 40 x 52.
Dentellatura: 13 x 13.
Serie: mm 40 x 52 per ciascuno dei tre valori.

Tiratura: cinquemila serie complete e tremila foglietti numerati. Foglio da nove francobolli.

Stampa: offset. Cartor Security Printing. La Loupe, Francia.

In Ospitaletto (BS), nella Chiesa Parrocchiale di San Giacomo Maggiore è conservata un’opera di Angelo Paglia, databile intorno al 1720, raffigurante una Adorazione dei pastori.

L’emissione filatelica presenta in foglietto il dipinto nella sua interezza (Foto Mario Bonotto. ©2019. Mario Bonotto/Foto Scala, Firenze) con all’interno, due dettagli in francobollo, rispettivamente: nel valore da € 3,60 il particolare degli angeli e, nel valore da € 3,90, il particolare della Madonna con il Bambino e San Giuseppe.

Verrà altresì emessa una serie di tre francobolli raffiguranti: nel valore da € 1,10 il particolare dei due angeli sulla destra del dipinto; nel valore da € 1,15 il particolare degli astanti e, nel valore da € 2,20, il particolare della Madonna con il Bambino.

Angelo Paglia, nato probabilmente a Brescia nel 1681, riflette nelle sue opere lo stile del padre Francesco, notevole esponente della pittura barocca bresciana e autore del Giardino della Pittura, che pubblicò a più riprese e in più edizioni, opera considerata fonte importante per l’arte bresciana di quel periodo. Collaborò strettamente con il fratello Antonio. L’Adorazione dei pastori è probabilmente databile entro il 1720, ma le sue prime opere firmate risalgono al 1728. Dipinse principalmente pale d’altare, alcune delle quali, nel quarto decennio del XVIII secolo, nel Bergamasco. Morì a Brescia nel 1763.

Translate

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.

 

>> Cookie Policy <<