ArteBanconoteCollezionismoCollezionismo varioFilateliaLibri antichi

Come guadagnare del denaro con le collezioni cartacee

Nuova Delhi. Ogni domenica, Pranav Gandhi si sveglia e rovista tra i rifiuti del mercato settimanale  di Ahmedabad con un solo scopo: trovare della carta che molti definiscono “carta straccia”.
Con metodo, cerca libri di testo strappati, vecchi giornali, ritagli di cartone, liste della spesa, sempre alla ricerca di quella gemma rara: un vecchio certificato azionario o obbligazionario, ragionevolmente in buone condizioni, da aggiungere alla sua collezione.
 Schermata 2015-10-06 alle 17.05.57
 Gandhi è uno scripofilo, vale a dire un collezionista di azioni e obbligazioni spesso antiche. I suoi fondi ammontano a più di 1.000 documenti, conservati in buste dedicate e nascosti in appositi armadi di metallo.
“Chiunque conosca il mercato azionario o ami l’economia, potrebbe essere uno collezionista scripofilo”, dice Gandhi. “Sono rimasto affascinato dai disegni e dalle loro illustrazioni,a volte sono unici. Nei documenti di oggi è praticamente impossibile trovare delle cose così belle. “
Il valore di un vecchio documento dipende dalla condizione, ma anche dalla sua estetica. Spesso ci racconta la storia e l’evoluzione di una storica società, può essere firmato da una persona famosa e rappresentare una rarità ambita. Nel 2004, ad un’asta negli Stati Uniti, un “Liberty Loan Gold Bond” del 1928 è stato venduto ad un prezzo record di 13.800 dollari. In India, anche se questo ” passatempo”  non ha un forte seguito, ha comunque uno zoccolo duro di appassionati ed è in forte crescita.
“Il pezzo di carta che amo di più è il certificato della banca dell’ Hindustan, emesso nel 1942, a causa del suo design tipicamente antico”, dice Gandhi. “E’ molto particolare e forse è l’unico certificato che ha una mappa dell’India.”
Nel 1989, quando aveva 20 anni, Gandhi ha preso in prestito i soldi dai genitori per acquistare le sue prime azioni ed obbligazioni emesse dalla  Tisco.
“Dopo più di otto anni, ho dovuto rinunciare e le ho rivendute, ma ho ancora i certificati originali “.
Con le quote di Tisco ha inaugurato la sua prima collezione che comprende, tra gli altri, molti certificati delle fabbriche tessili del periodo d’oro di Ahmedabad.
Shailendra Gohiya, un’altra appassionata di Mumbai, sostiene:
“Il principale alleato di Gandhi nella sua ricerca è eBay India. La società ha identificato il potenziale di questo mercato, per cui l’acquisto e la vendita è diventata solo una questione di pochi clic.”
eBay India elenca i certificati azionari sia nella categoria numismatica che nella filatelia, anche se Deepa Thomas, senior manager di eBay, dice che presto questo ” nuovo mercato” avrà una pagina dedicata.
“Onestamente, quando abbiamo visto per la prima volta tutto ciò sul nostro sito, non avevamo idea di cosa fosse, io mi sono dovuto documentare su Wikipedia.” dice Thomas.
Una piattaforma di e-commerce come eBay è l’ideale per i collezionisti indiani come Gandhi, visto il continuo aumento di appassionati on line. Tutto ciò giustifica i nuovi  piani strategici anche per un banner dedicato sul sito web.

 

Fonte LiveMint
Translate