Borsa e finanzaInvice

TORNA LA FIDUCIA SUL DEBITO EMERGENTE di Daniele Riosa

Marcelo Assalin, head of Emerging market debt Boutique di NN Investment Partners
Marcelo Assalin, head of Emerging market debt Boutique di NN Investment Partners

Dopo un anno difficile per il debito dei Paesi Emergenti si prevede un 2016 all’insegna di una lenta ma costante ripresa che si sostanzierà maggiormente nel 2017. È quanto emerge dall’outlook del brasiliano Marcelo Assalin, head of Emerging Market Debt Boutique di NN Investment Partners, asset manager parte della società olandese NN Group (è quotata all’Euronext di Amsterdam dal 2014). Assalin, davanti a una platea di giornalisti riuniti nel lussuoso Mandarin Oriental Hotel di Milano, situato nel Quadrilatero della moda, spiega che “l’economia dei mercati emergenti tornerà a crescere soltanto nel 2017.

Tuttavia, i mercati potrebbero iniziare ad aspettarsi una ripresa già nel secondo semestre di quest’anno, offrendo un sostegno importante al debito degli emergenti”. A guidare la ripresa sarà l’Asia che, come spiega Assalin, “ha dimostrato la sua resilienza ed è considerata un porto sicuro grazie alla sua scarsa sensibilità all’andamento dei prezzi delle materie prime e alla stabilità politica che caratterizza la regione”. Assalin auspica che in Cina “ci siano maggiori stimoli di natura – scale e monetaria, che dovrebbero sostenere gli asset dei mercati emergenti in generale”. Dal canto suo l’America Latina “in caso di rialzo dei prezzi delle commodity” potrebbe attrarre maggiori investitori “con una conseguente possibile sovraperformance del continente Sudamericano rispetto all’Asia. L’esperto di NN Investement Partners focalizza la sua attenzione in particolare su due Paesi sudamericani: Argentina e Venezuela. Soprattutto per Buenos Aires, “il recente cambiamento politico appare promettente e potrebbe creare molte opportunità interessanti per gli investitori. Oggi la grande speranza è l’Argentina. Il nuovo governo – precisa Assalin – ha già incominciato a implementare misure molto dure, ma necessarie, come la rimozione dei controlli sui capitali e la svalutazione della moneta fino ai livelli di equilibrio stabiliti dalle forze di mercato.

L’esecutivo è riuscito inoltre a creare un gabinetto economico molto forte in un Paese che negli ultimi anni è stato sostanzialmente chiuso agli investitori: penso che l’Argentina farà senz’altro parlare di sè”. Assalin mette però in guardia dai principali rischi dei mercati emergenti, a cominciare da “una prolungata debolezza delle materie prime, un rallentamento della crescita cinese più accentuato del previsto, una svalutazione disordinata dello yuan, una crescita degli Stati Uniti più debole delle attese, errori politici della Fed e imprevisti default societari”. Per quanto riguarda i rendimenti dei Treasury “potrebbero registrare un parziale rialzo, mentre gli spread dovrebbero subire una contrazione e per le valute dei mercati emergenti si prevede una lieve ripresa. Attualmente accordiamo una relativa preferenza al debito denominato in valuta forte rispetto al debito in valuta locale. Nel comparto delle valute forti privilegiamo le obbligazioni sovrane a quelle corporate”.

Sulla stessa linea di Assalin le parole di Simona Merzagora, managing director di NN Investment, che non si sbottona sulle previsioni future: “In questo scenario siamo cautamente ottimisti sul debito dei Mercati Emergenti, asset class in cui siamo pionieri e in cui vantiamo un forte track record. Ci attendiamo pertanto un miglioramen

to del sentiment di mercato nel corso del primo semestre dell’anno e per il 2016 prevediamo rendimenti totali positivi”.

INVICE.IT INVESTMENT & ADVICE
Invice - Investment & Advice è il nuovo progetto editoriale di Brave Editori Srl. IL QUOTIDIANO ONLINE Sul quotidiano online, www.invice.it, sono disponibili ogni giorno le principali news provenienti dal mercato, dal mondo dei promotori/consulenti e dall’universo del risparmio gestito, le strategie d’investimento consigliate da strategist e gestori, le interviste ai personaggi del momento, oltre a un ampio spazio dedicato alla finanza personale e al mondo della tecnologia. IL MENSILE Il magazine Invice, disponibile nella versione digitale sul sito e sui circuiti Apple e Android, è interamente dedicato ai professionisti della consulenza. Ogni mese saranno analizzati i principali trend di mercato, i fondi e gli altri prodotti più “in” secondo il parare dei promotori/consulenti, le offerte di lavoro nel mondo del risparmio gestito, le problematiche legali e fiscali, oltre ai principali temi d’investimento e di attualità. Con Invice la consulenza è a portata di clic
Translate