Borsa e finanza

Prendersi cura del proprio denaro

Prendersi cura del proprio denaro è il messaggio che vorrei passare attraverso le parole che scriverò su questa rubrica. Vorrei stimolare il lettore a dedicare del tempo al denaro, al proprio denaro, al fine di acquisire consapevolezza di quanto sia importante avere un rapporto sereno con questo strumento che aiuta a vivere meglio.

Un proverbio dice: “il denaro è un buon servo e un cattivo padrone”. Il denaro al proprio servizio è una linfa vitale per il bene di tutti; al contrario, al servizio del denaro si diventa generatori di tristezza, per se stessi e per gli altri.

La scelta di un buon investimento 

Non esiste un buon investimento in assoluto. Ognuno di noi vive le proprie emozioni in ogni momento della propria giornata e questo accade anche di fronte alle scelte di investimento. Quello migliore è  l’investimento che ci fa dormire la notte.  Scegliere dove collocare il proprio denaro richiede cura, attenzione, interesse e preparazione. Prima di effettuare un investimento ci sono alcune avvertenze sulle quali vale la pena soffermarsi, per evitare il più possibile di incappare in situazioni sgradevoli: la fretta è una cattiva consigliera, un alto rendimento, il più delle volte, equivale ad un alto, rischio la definizione temporale degli investimenti e il rispetto della stessa sono fondamentali la diversificazione del portafoglio è essenziale, la verifica periodica dell’andamento è necessaria.

Scegliere è un compito delicato. E’ importante scegliere qualcosa che ci si sente bene addosso e si adatti al proprio carattere, perché nel corso del tempo chi dovrà sostenere psicologicamente la scelta fatta saremo noi e solo noi.

Eleuterio Marinoni
Eleuterio Marinoni consulente finanziario indipendente. Vive a Caldogno in provincia di Vicenza. Consiglia gli investitori su come prendersi cura del proprio denaro. E’ attento all’etica della finanza e tiene molto in considerazione la finanza comportamentale, cioè lo studio delle emozioni, più o meno percepite consapevolmente, che la finanza procura in ciascuna persona. E’ convinto dell’utilità e della necessità di una buona educazione finanziaria che, se ampiamente e correttamente diffusa, aiuterebbe tutti a vivere meglio. E’ appassionato alla collezione di documenti antichi, soprattutto titoli di credito. Il suo motto è: “un buon consiglio è meglio”.
Translate