CollezionismoOld Stock and Bond Trend - ITARubricheScripofilia

MONTE DI S. GIO. BATTISTA – PIEMONTE – REGIO EDITTO 22 APRILE 1681

Un documento unico o quasi. Quello di cui parliamo oggi è un titolo del 1794 emanato dal Monte di San Giovanni Battista di Torino istituito con regio editto il 22 aprile 1681. I monti, nella prima età moderna, vengono istituiti da una città o da uno stato proprio per acquistare nuovi capitali privati da utilizzare per eventuali guerre, per costruire opere pubbliche e per fronteggiare emergenze improvvise tra cui le calamità naturali. I monti si finanziavano attraverso le tasse. Con queste entrate il monte poteva pagare gli interessi annuali. Ciascun monte poteva avere una o più “erezioni” per una somma fissa sui 100mila scudi, equivalente per esempio agli attuali buoni del tesoro. Ciascuna “erezione” era costituita da un numero fisso di “luoghi” di cento scudi equivalenti alle attuali obbligazioni che potevano non avere una scadenza, oppure scadevano alla morte del proprietario. Per ogni emissione veniva stabilito un tasso di interesse annuo  a seconda dell’andamento della domanda da parte degli acquirenti.

Pietro_Micca
Pietro Micca – vero nome Pierre Micha – (Sagliano Micca, 5 marzo 1677[4] – Torino, 30 agosto 1706) è stato un militare italiano. Arruolato come soldato-minatore nell’esercito del Ducato di Savoia, è storicamente ricordato per l’episodio di eroismo nel quale perse la vita e che consentì alla città di Torino di resistere all’assedio francese del 1706, durante la guerra di successione spagnola.
Il contesto storico in cui si inserisce questo documento ci riporta agli albori del XVIII secolo, durante la guerra di successione spagnola quando Torino viene più volte minacciata dall’esercito francese. Nel 1706 la città subisce un lungo assedio, durato 117 giorni. La cittadella resiste eroicamente anche grazie alle gallerie di contromina e al sacrificio di uomini valorosi come Pietro Micca, capace di fermare l’avanzata francese dei nemici nei cunicoli della Mezzaluna.

Liberata infine dalle forze austro-piemontesi di Vittorio Amedeo II di Savoia e del Principe Eugenio, dopo il trattato di Utrecht, Torino diventa seconda città del Regno di Sicilia, poi scambiato, in ottemperanza del trattato di Londra del 1718, col Regno di Sardegna.

Per ringraziare la Madonna per la vittoria sui francesi, nel 1715 Vittorio Amedeo II fa erigere la Basilica di Superga, progettata da Filippo Juvarra. (Luogo che sale tristemente agli onori della cronaca il 4 maggio 1949, quando l’aereo sui cui viaggia il grande Torino di Velentino Mazzola, si schianta sulla collina proprio nei pressi della basilica provocando la morte di tutti i giocatori di quella leggendaria squadra).

Torino, neonata capitale del Regno di Sardegna, vive un periodo di splendore per tutto il secolo anche se è continuamente minacciata dalle mire espansionistiche di Luigi XV di Francia.

In città, viene completato il Palazzo Reale, evoluzione della precedente residenza dei duchi di Savoia e piazza Castello viene completata con imponenti palazzi creati per farne il palcoscenico della vita politica. Nel 1740 viene inaugurato il Teatro Regio, realizzato da Benedetto Alfieri. Nel 1752, su un’area già destinata a spettacoli equestri e circensi, viene realizzato il Teatro Carignano. Un incendio nel 1786 lo distrugge ma viene dopo poco ricostruito.
L’aumento della popolazione rende necessario l’innalzamento degli edifici. La città viene divisa in quattro quartieri (Cittadella, Via Nuova-San Salvario, Porta Palazzo, Vanchiglia), a loro volta suddivisi in 60 cantoni e 119 isole. Nel 1752 vengono terminati i Giardini Reali. Il 1777 vede l’apertura del primo cimitero fuori le mura, quello di San Pietro in Vincoli, segnando così l’abbandono dell’usanza delle sepolture all’interno delle chiese.

Il 1700 è anche il secolo in cui sorgono le residenze sabaude fuori città, come la Reggia di Venaria Reale, il Castello di Moncalieri e la Palazzina di caccia di Stupinigi.
Anche dal punto di vista culturale Torino è all’avanguardia: nel 1783, nasce l’Accademia delle Scienze, che diventa il centro culturale dei maggiori scienziati europei, tra cui Joseph-Louis Lagrange e Giovanni Battista Beccaria. Tra i personaggi di spicco di questo periodo ricordiamo il tipografo Giambattista Bodoni, il drammaturgo Vittorio Alfieri e il politico e storico Carlo Botta. Proprio quest’ultimo, sarà tra gli intellettuali che aderiscono alla massoneria torinese, sulla più ampia onda delle idee illuministe. Tuttavia, il conservatorismo, dettato dalla monarchia assoluta, fa del Regno piemontese uno stato sì potente, ma ancora arretrato a livello di industrializzazione. E nonostante l’ammodernamento della città, voluto nel XVIII secolo dai sovrani Vittorio Amedeo II, Carlo Emanuele III e Vittorio Amedeo III, le sacche di povertà tra la popolazione rimangono ampie e profonde.

Il valore di catalogo del documento allo studio oggi è alto, circa 5mila euro. Il motivo è semplice: se ne conoscono un paio di esemplari. Per questo si può prevedere a livello collezionistico una rivalutazione nel tempo.

 

Schermata 2016-05-13 alle 11.12.58
Monte di s. Gio. Battista. Titolo nominativo intestato alle Compagnie del Rosario e del Carmine di Villafranca del Piemonte di 124 centesimi di luogo, 10 vigesimi e 2 duodecimi. Interesse 4% – Torino 12 Marzo 1794. Con sigillo con stemma in bronzo. In perfetto stato di conservazione.
Alberto PUPPO
President and Founder of Scripo Srl contact mail: info@scripo.it Founder and President of International project of Historical stock and bond, invest in history . Museum of the history Finance. SCRIPOPASS.COM International Peritage and Expert historical stock and bond and other financial document. Certificate of Authentication "SCRIPOPASS.COM". SCRIPOMARKET.COM International media, news, auctions, real time quote for investment "SCRIPOMARKET.COM" SCRIPOPAGES.COM Your #1 collectible business map "SCRIPOPAGES.COM" SCRIPOMUSEUM.COM International project of historical Museum of stock and bond, MUSEUM ON THE HISTORY OF FINANCE"SCRIPOMUSEUM.COM". SCRIPOFILIA.IT / .COM International E. commerce of stock and bond "SCRIPOFILIA.IT" SCRIPOBOND.COM Specophily and rare historical stock and bond, e.commerce SHPM - HUMANITARIAN PEACE MOVEMENT International humanitarian project "SCRIPO HUMANITARIAN PEACE MOVEMENT"
Translate