MiFID 2018
Borsa e finanza

MIFID 2, rivoluzione o evoluzione?

All’inizio del 2018 è entrata in vigore la cosiddetta MIFID 2, la normativa europea che disciplina i servizi di investimento.
Lo scopo di tale normativa è quello di ampliare la tutela di chi investe il proprio denaro in prodotti finanziari, attraverso la trasparenza e l’efficienza.
Un importante aspetto trattato è la definizione della consulenza che può essere prestata su base indipendente o meno. Cioè, nel primo caso il consulente non è legato a nessun produttore e riceverà la sua remunerazione esclusivamente dal cliente, nel secondo caso il consulente sarà remunerato con le retrocessioni di commissioni che derivano dal prodotto collocato.
Altri aspetti toccano alcuni punti quali una migliore specifica dei costi e una valutazione di adeguatezza del rischio.

Espresso in poche righe, ma è quello che, dallo scorso gennaio, è entrato nella vita di chi vuole investire il proprio denaro. È un notevole cambiamento. Senza dubbio qualcosa è cambiato… in meglio o in peggio?

Dipende da come approcciamo il cambiamento, se lo viviamo come una rivoluzione o come una evoluzione.
Rivoluzioni la storia ne ha conosciute tante, più o meno impattanti, ma sembra che abbiano insegnato poco. Il cambiamento imposto ha spesso portato ad invertire i sistemi esistenti senza proporre un modello ponderato e oggettivo.
Mentre l’evoluzione non scarta ciò che di buono si è già conseguito, ma ne fa tesoro e cerca di discernere ciò che è da tenere e ciò che è da buttare.

La Mifid 2 ci sarà nemica se la vediamo come un fastidioso adempimento burocratico da espletare o un pretesto per una sterile contrapposizione. Ci sarà amica se la consideriamo uno strumento che migliora il rapporto con il nostro denaro e con chi ci propone come gestirlo.

Le cose sono cambiate in meglio, potremmo costruire un nuovo rapporto con chi ci consiglia su come prenderci cura dei nostri soldi e potremmo anche percorrere strade nuove, per esempio, interessarci agli investimenti socialmente responsabili, oppure pensare di investire in arte, storia e cultura attraverso il collezionismo di qualità come la scripofilia, la numismatica e la filatelia.

Mifid 2 apre scenari nuovi, non sarà più facile di prima ma sicuramente sarà più proficuo per il bene comune e per l’interesse personale.

Certo che un po’ di impegno bisogna mettercelo.

Eleuterio Marinoni
Eleuterio Marinoni consulente finanziario indipendente. Vive a Caldogno in provincia di Vicenza. Consiglia gli investitori su come prendersi cura del proprio denaro. E’ attento all’etica della finanza e tiene molto in considerazione la finanza comportamentale, cioè lo studio delle emozioni, più o meno percepite consapevolmente, che la finanza procura in ciascuna persona. E’ convinto dell’utilità e della necessità di una buona educazione finanziaria che, se ampiamente e correttamente diffusa, aiuterebbe tutti a vivere meglio. E’ appassionato alla collezione di documenti antichi, soprattutto titoli di credito. Il suo motto è: “un buon consiglio è meglio”.
Translate