Aste ed eventiCollezionismo

Menù del Titanic venduto all’asta per 88.000$ (78.857€)

Mercoledì 30 settembre, presso la casa d’aste online “Lion Heart Autographs”, è stato battuto all’asta l’ultimo menù del Titanic alla cifra di 88.000$ (78.857€).

La carta delle vivande è stata salvata da un passeggero che riuscì a mettersi in salvo corrompendo l’equipaggio di una scialuppa. Le previsioni avevano stimato un prezzo di 50.000-70.000$. Già nel 2012, un altro menù dell’ultima cena, era stato battuto a 120.000$.

menu_titanic

Questo dimostra quanto il valore di un documento sia legato in modo molto stretto alla sua storia.

Nell’ambito della scripofilia, un documento è sempre ricco di storia ma non solo, molti documenti sono delle vere e proprie opere d’arte, create da famosi artisti e spesso firmate in originale da persone illustri che hanno fatto la storia di società o nazioni.

Si può quindi ben comprendere come pezzi storici, quali ad esempio i documenti dei banchi del 1500-1600, hanno un potenziale veramente alto. Questo potenziale è tutt’ora inespresso, perché, soprattutto nell’ambito nazionale, non c’è ancora una vera conoscenza dei documenti e dei loro valori. Indubbiamente questa forma di collezionismo, che è quindi ancora in fase embrionale, avrà una spinta sempre più importante grazie a chi, già oggi, si batte per far conoscere la storia attraverso questi documenti.

 

 

Translate