Assicurazioni

LA POLIZZA “RISCHIATUTTO o ………RISCHIANULLA” di Diego PUPPO

Molti di voi si saranno chiesti quale sia la polizza migliore da stipulare dopo quella obbligatoria dei veicoli. In effetti una risposta non c’è anche perché il carattere consulenziale di un professionista del settore assicurativo dovrebbe coscienziosamente conoscere le caratteristiche del cliente, le esigenze e quello che si definisce il “sentiment” legato alla ricerca di sicurezza personale differente da soggetto a soggetto, prima di offrire la consulenza su uno o più prodotti specifici.
Ci sentiamo comunque di esprimere un parere univoco sul fatto che in effetti una copertura assicurativa che potrebbe essere più “a ventaglio” c’è, sia rispetto alle coperture che ai costi. Questa si chiama “Responsabilità civile del capo famiglia” o “dell’attività famigliare”. Innanzitutto assicura il singolo soggetto contraente della polizza e, se presenti, qualsiasi altra persona risultante sul proprio stato di famiglia. Già questo fa capire come lo spettro di copertura sia parecchio ampio soprattutto se, per esempio, all’interno del nucleo famigliare sono presenti anche la moglie od eventualmente dei figli.
Cosa copre? Beh per questo occorrerebbe un elenco piuttosto variegato. Di solito si usa partire al contrario nella presentazione di questa polizza dichiarando che l’assicurazione “copre il contraente e tutti i componenti del nucleo risultanti dallo stato di famiglia, per ogni danno cagionato a terzi con l’esclusione della guida di veicoli a motore con obbligo assicurativo e dell’attività professionale”.
Già a fermarsi qui si comprende come si possa essere soddisfatti anche e soprattutto visto che non abbiamo ancora parlato di premio.
In effetti questa polizza risponde ad innumerevoli esigenze di copertura assicurativa per i danni cagionati a terzi. Ad esempio, alla guida di una bicicletta o di una barca esente dall’obbligo assicurativo di legge, funziona esattamente come la polizza RC Auto. Copre i danni a terzi nell’esercizio di sport non agonistici, hobby, bricolage. Spesso si rimborsano danni a terzi quando inavvertitamente si taglia l’erba del giardino e si crea un danno al vicino magari con un sasso schizzato dal tagliaerba.
Non parliamo poi dei danni creati dai figli minori all’asilo o a scuola, in aula o in gita a cui vanno aggiunti i danni prodotti da figli minori anche quando sono affidati temporaneamente a persone non conviventi o in custodia. Aggiungiamoci che risponde anche dei danni per esempio nel caso in cui ospiti a cena a casa vostra sono stati intossicati da cibo avariato o mal preparato. Questa polizza copre anche tutto lo spettro di danni a terzi cagionati da cani e gatti di famiglia ed essendo che lo “zoo” oggi presente in molte case non ha limiti, di tutti quegli animali che attraverso la proprietà, l’uso o il possesso provocano danni a terzi.
Compresi in polizza sono anche i danni a terzi prodotti nella qualità di conduttori (anche non proprietari) degli appartamenti. Ad esempio i danni prodotti da caduta di antenne, parti di fabbricato, oggetti da balconi. Il tutto esteso ai danni da conduzione anche qualora la dimora fosse quella temporanea (es. casa vacanze).
Sono sempre compresi in polizza i danni a terzi derivanti da attività di volontariato, partecipazione del genitore ad attività extrascolastiche, gite, proprietà ed uso di attrezzature sportive non a motore. Addirittura copre il fatto dei figli minori che all’insaputa dei genitori guidano mezzi con necessità di patente specifica senza averla.
Molti di voi non lo sapranno ma se un passeggero di un’auto apre inavvertitamente la portiera di un mezzo pur di non sua proprietà e danneggia per esempio una bicicletta di passaggio o altro veicolo anche a motore, l’assicurazione obbligatoria non risponde ed è necessario avere una copertura di questo genere per essere al sicuro dei danni provocati. Si pensi che questa polizza funziona come la copertura RC Auto anche per i portatori di handicap nell’utilizzo delle carrozzelle a motore o non a motore.
Vi sono poi estensioni o sono già comprese (a seconda delle compagnie) per le coperture per i danni verso i collaboratori domestici.
Importante sapere che per “danno a terzi” si parla sempre di persone, cose o animali.
Come si vede la copertura è parecchio ampia e il tutto è ancor più appetibile se si pensa che il premio annuo di queste polizze può partire da € 50/60 per massimali da € 250.000,00 fino a superare di poco gli € 100 con coperture anche fino a € 3.000.000,00.
Se riflettete con cura alcuni di questi danni prodotti a terzi potrebbero facilmente raggiungere qualche migliaia di euro senza parlare di lesioni personali e pertanto la differenza fra avere questa polizza e non averla è come rischiare tutto o …… non rischiare nulla.

Diego Puppo
Agente di assicurazioni, iscritto prima all’Albo Nazionale Agenti dal 21.06.2002 e poi al nuovo Registro Unico degli Intermediari Assicurativi dell’I.S.V.A.P. (Istituto di Vigilanza delle Assicurazioni Private) dall’1.2.2007. Dal 2004 è componente dell’Esecutivo Provinciale del Sindacato Nazionale Agenti di Assicurazione (S.N.A.), con l’incarico di Segretario e più volte delegato Provinciale ai Congressi Nazionali S.N.A. Nel novembre 2008 viene nominato Vice Presidente dello S.N.A. V.C.O. ruolo che ricopre tutt’oggi all’interno della sezione del VCO “Vittorio Zenith”. Dall’aprile 2012 al 2014 ricopre il ruolo di Vice Presidente dello S.N.A. Regionale Piemonte – Valle d’Aosta Per informazioni e contatti d.puppo@libero.it o ufficio +39 0323 403444
Translate