Borsa e finanzaPaolo Cardenà

ISTAT, STIMA PRELIMINARE DEL PIL NEL PRIMO TRIMESTRE +0.3% (LA META’ DELLA ZONA EURO) di Paolo Cardenà

Le prime stime preliminari sul Pil del primo trimestre dell’anno vedono il Pil italiano salire dello 0,3% su base trimestrale e dell’1% annuo. Il dato  si confronta con la debolissima variazione dell’ultimo trimestre del 2015 (+0,1%).

Le previsioni del governo italiano per l’intero 2016 sono di un +1,2% del Pil,leggermente superiori rispetto al +1% indicato dal Fmi e al +1,1% della Commissione Europea. Il ritmo di crescita dell’Italia risulta decisamente inferiore rispetto alla media europea, che nel primo trimestre  2016 segna un +0,5% su base trimestrale e +1,55% annuo.

Immaamanunbagine

 

Imanmabatmagine

 

Nel frattempo, la Banca d’Italia ha comunicato che il debito delle amministrazioni pubbliche in marzo è salito a 2.228,7 miliardi di euro, 14 miliardi di euro in più rispetto al mese di febbraio.
Secondo quanto comunicato dall’Istat, si aggrava anche la deflazione.
Infatti nel mese di aprile 2016 l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, diminuisce dello 0,1% su base mensile e registra una diminuzione su base annua pari a -0,5% (la stima preliminare era -0,4%), più ampia di tre decimi di punto percentuale rispetto a quella registrata a marzo (-0,2%).

Ricapitolando: Bassa crescita, inflazione negativa e debito pubblico in aumento.

 

 

Massimo Uccelli
44 anni, libero professionista, in bilico tra il vecchio ed il nuovo, tra documenti antichi e tecnologia. Sempre in cerca di informazioni riguardanti documenti di vecchie banche italiane (Monti di Pietà).
Translate