Approfondimenti BorsaBorsa e finanzaCollezionismoScripofilia

Gli Stati Uniti potrebbero usare il debito cinese dei bond storici calcolato su circa $ 1 trilione di dollari

Washington sta esplorando nuovi modi per colpire Pechino sta esaurendo le merci da tassare nel commercio in corso, e le obbligazioni cinesi storiche potrebbero diventare un’arma molto potente, hanno detto gli analisti a RT.

Domenica sono entrate in vigore le ultime tariffe richieste da Trump. Gli Stati Uniti hanno colpito una vasta gamma di merci cinesi con tariffe del 15%, mentre Pechino ha risposto con altre tasse su una vasta gamma di merci con importazioni americane, compresi i prodotti agricoli. Nonostante le tariffe entrino in vigore, le parti stanno ancora programmando di tenere colloqui commerciali alla fine di questo mese.

fonte corriere.it

Ma gli avversari della guerra commerciale stanno già considerando altre opzioni oltre ai nuovi dazi sui prodotti importati. Pechino, che gode di un surplus commerciale con gli Stati Uniti, ha lasciato intendere che potrebbe utilizzare i metalli come leva, ma esiste sul tavolo anche un’opzione molto potente dei cinesi di scaricare titoli del Tesoro USA.

Nel frattempo, l’importo di circa $ 1 trilione di titoli storici non pagati, che copre perfettamente la differenza con Pechino dei buoni del tesoro statunitensi, è stato di nuovo messo in luce.

“Gli Stati Uniti richiederanno $ 1 trilione di dollari di obbligazioni non incassate UST detenute dalla Cina, ha dichiarato Max Keizer, l’host del Rapporto Keizer di RT.

La Cina non ha mai pagato questi titoli, il tentativo degli Stati Uniti di richiedere denaro avrebbe solo innescato problemi economici e aggravato la situazione già turbolenta, ha detto il guru degli investimenti Jim Rogers a RT.

Se l’America ritiene che i cinese devono assolutamente pagare questi titoli storici e loro non risolveranno la questione in breve tempo, si sentiranno autorizzati a bloccare e sequestrare beni cinesi negli Stati Uniti.

I singoli possessori di bond storici (oggi si trovano nel mercato speculativo della Scripofilia) hanno in passato avuto difficoltà a dialogare con i responsabili della Cina per farsi riconoscere i loro titoli, tuttavia oggi sarebbe una storia completamente diversa se intervenisse l’amministrazione Trump.

Oggi rispetto al passato la situazione è diversa il governo federale degli Stati Uniti sta cercando di aiutare i suoi creditori. Non sappiamo fino quanto pazza sia ora l’amministrazione di Trump.

Intanto è scoppiata la caccia ai titoli storici cinesi di quello che si può definire il mercato della Specofilia, c’e’ il rischio che tra qualche mese non si troveranno più in circolazione e i pochi che li avranno si faranno pagare parecchi soldi per venderli. Ci sono siti specializzati che offrono ancora per poco tempo questi documenti non ancora incassati come documenti storici da collezione. Uno dei più rappresentativi nel mercato internazionale è www.scripofilia.it, abbiamo raggiunto il presidente Alberto PUPPO per avere maggiori informazioni e ci ha comunicato: “in questo momento non si hanno notizie certe, abbiamo pensato che chi acquistava questi titoli li utilizzasse per operazioni fraudolente, ma oggi con quello che scrivono i giornali e quello che sta succedendo tra gli Stati Uniti e la Cina ci si può aspettare di tutto. Noi abbiamo in vendita titoli storici cinesi e anche di altri stati in quello che definiamo mercato della Scripofilia nel settore della Specofilia. Per maggiori informazioni vedi link.” Inoltre Alberto PUPPO ci ricorda che : “visto i falsi in circolazione o i documenti di indubbia provenienza è meglio affidarsi ad aziende specializzate e farsi rilasciare un documento di autentica. Tra i più riconosciuti è il certificato COA Scripopass Certificate of Authentication per informazioni vedi link

Per informazioni e acquisti di titoli storici cinesi (specofilia)
https://scripofilia.it/it/specofilia-48/s-2/sottocategorie-chinese_gold_bond

Fonte articolo: https://www.rt.com/business/467802-china-imperial-debt-us/

Translate