Borsa e finanzaInvice

CRESCE L’OFFERTA DI PRODOTTI “SOSTENIBILI” di Giuliana Gaetani

Schermata 2016-04-14 alle 09.01.13
Frederic Janbon, ceo di Bnp Paribas Investment Partners

Investire nel segno della sostenibilità, per soddisfare la crescente domanda di prodotti che tengano conto di fattori ambientali, sociali e di governance (Esg): non si tratta più di una scelta di nicchia, ma di una tendenza che si sta affermando sempre più nel campo del risparmio gestito.

Dal 2012 al 2014 il patrimonio in investimenti sostenibili è cresciuto infatti del 61% su scala globale. Tra i diversi prodotti Esg comparsi sul mercato negli ultimi mesi c’è, per esempio, l’Etf obbligazionario sostenibile quotato lo scorso 12 gennaio a Londra da BlackRock. Il fondo, iShares Euro Corporate Bond SustainabilityScreened 0-3yr UCI-TS ETF (SUSE), replica l’indice Barclays MSCI Euro Corporate 0-3 year Sustainability ex-Controversial Weapons che include obbligazioni investment grade a breve termine denominate in euro, emesse da società con un rating Esg BBB o superiore. Le aziende incluse nell’indice sono valutate in base a 37 diversi fattori relativi alla sostenibilità, tra cui le emissioni di carbonio. Sono escluse le società coinvolte nella produzione o diffusione armi controverse, tra cui bombe a grappolo, mine antiuomo e armi chimiche e biologiche.

Secondo Hannah Skeates, responsabile globale Investimenti sostenibili di iShares presso BlackRock, “cresce l’enfasi degli investitori sulla trasparenza e sulle pratiche Esg adottate dalle aziende, indipendentemente dal fatto che stiano investendo in azioni o debito. Gli Etf sono prodotti di investimento facili da usare e gli investitori possono vedere il processo e la metodologia nella selezione delle caratteristiche sociali e ambientali, implementate in una singola transazione”.

La sostenibilità è da tempo anche al centro dell’attenzione di Bnp Paribas Investment Partners, che ha deciso di rendere pubblica l’impronta-carbonio (cioè la misura delle emissioni di gas serra associate alle scelte di investimento) di 26 fondi della sua gamma internazionale Parvest: per calcolarla i team di Bnp Paribas Ip hanno realizzato una metodologia proprietaria. La società ha poi de nito una politica d’investimento “coal-free” per i suoi fondi aperti Sri, i quali gestiscono circa 14 miliardi di euro: di fatto consiste nella scelta di disinvestire le società minerarie che traggono più del 10% del loro fatturato dalle centrali di riscaldamento a carbone, e i produttori di elettricità che emettono più di 600 kg di CO2/MWh. Per il ceo Fréderic Janbon “Bnp Paribas Ip è impegnata nell’offerta di soluzioni Sri dal 2002.

Abbiamo ribadito il nostro impegno come investitore responsabile e stiamo prendendo iniziative concrete in questo senso. Mettiamo a disposizione dei nostri clienti indicatori chiave per rispondere alle loro crescenti preoccupazioni sull’impatto ambientale e sociale dei loro investimenti e stiamo sviluppando la nostra offerta a bassa emissione di carbonio per aiutarli a combattere il cambiamento climatico”.

Anche sul fronte dei mercati emergenti le tematiche legate alla sostenibilità offrono interessanti opportunità: per questo motivo East Capital, società specializzata nei mercati emergenti e di frontiera, ha deciso di cambiare la strategia del fondo East Capital China, presentando la strategia East Capital China Environmental, che punta proprio a sfruttare il contesto favorevole per gli investimenti derivanti dalle sfide ambientali della Cina. Il fondo, un veicolo UCITS domiciliato in Lussemburgo, è stato lanciato nel 2007 e dallo scorso 18 gennaio investe principalmente in emittenti i cui prodotti, servizi, tecnologie e infrastrutture portino soluzioni sostenibili di sviluppo rispetto alle sfide ambientali nel Paese del Dragone.

 

INVICE.IT INVESTMENT & ADVICE
Invice - Investment & Advice è il nuovo progetto editoriale di Brave Editori Srl. IL QUOTIDIANO ONLINE Sul quotidiano online, www.invice.it, sono disponibili ogni giorno le principali news provenienti dal mercato, dal mondo dei promotori/consulenti e dall’universo del risparmio gestito, le strategie d’investimento consigliate da strategist e gestori, le interviste ai personaggi del momento, oltre a un ampio spazio dedicato alla finanza personale e al mondo della tecnologia. IL MENSILE Il magazine Invice, disponibile nella versione digitale sul sito e sui circuiti Apple e Android, è interamente dedicato ai professionisti della consulenza. Ogni mese saranno analizzati i principali trend di mercato, i fondi e gli altri prodotti più “in” secondo il parare dei promotori/consulenti, le offerte di lavoro nel mondo del risparmio gestito, le problematiche legali e fiscali, oltre ai principali temi d’investimento e di attualità. Con Invice la consulenza è a portata di clic
Translate