Borsa e finanzaInvice

ACQUISTI VIRTUALI IN TOTALE SICUREZZA di Andrea Dragoni

Spopola il commercio digitale. Sono sempre più le famiglie che decidono di fare acquisti sui negozi virtuali. Che sia un periodo di festa oppure no. Il motivo è presto detto: comodità, velocità e soprattutto risparmio. Gli sconti possono arrivare anche a punte del 70-80%, soprattutto se si fa shopping sui portali dedicati alle vendite flash. Ma, anche se nel mondo ecommerce le frodi sono davvero ridotte al minimo (rappresentano lo 0,20% del transato complessivo), se non ci si muove con prudenza e diligenza è facile cadere in trappola.

PROTEGGERE I PROPRI DISPOSITIVI

La prima cosa da fare per non correre rischi inutili è mettere in sicurezza i propri dispositivi, quindi computer e device mobili, sempre più utilizzati per gli acquisti virtuali. Le tecniche dei cyber criminali per entrare nella memoria degli apparecchi elet- tronici sono diventate sempre più so sticate. E una volta che il malintenzionato ha violato la privacy del pc o del telefonino diventa facile rubare dati sensibili, come quelli della carta di credito utilizzati per concludere un acquisto. Meglio prevenire, quindi, dotando i propri dispositivi di un buon antivirus e di programmi stile Spybot, che rilevano ed eliminano software maligni che raccolgono le informazioni dell’attività online di un utente. Inoltre, bisogna prestare molta attenzione anche al mondo dei social. Le tecniche messe in atto dai cyber criminali sui social network possono essere differenti: dal nto colloquio di lavoro seguito da una mail con link infetto alle false vetrine commerciali. Basta però prestare attenzione a pochi piccoli accorgimenti per navigare in sicurezza, come disconnettersi dal social network al termine di una sessione, evitare la connessione con persone che non si conoscono e non cliccare link che riceviamo nei messaggi. Inol- tre, sui social è sempre consigliabile non inserire troppe informazioni. E se si dovesse decidere di appro ttare di un’offerta commerciale reclamiz- zata su un social, prima di procedere all’acquisto conviene veri care l’effettiva esistenza del retailer.

ACQUISTI IN SICUREZZA

Quando si fanno acquisti in rete, una delle regole base per non cadere nella rete dei cyber criminali è adottare la diligenza del buon padre di famiglia. Per esempio, è sempre bene dif dare dei mega sconti, soprattutto se il retai- ler non è famoso. Non sono rari i casi di siti fantasmi che, una volta ricevuto il pagamento, non inviano la merce al cliente. Allora, meglio dif dare dei portali poco conosciuti, almeno prima di aver preso tutte le informazioni necessarie. Si può iniziare controllando se sul sito sono presenti certi cati di af dabilità, come quelli rilasciati da Norton Secured o VeriSign. Poi, è sempre bene porsi tutta una serie di domande. Come posso recedere? Quali sono i tempi di consegna? Come essere rimborsati? Sono informazioni che possono essere trovate sui siti e se non ci sono allora è bene dubitare (la legge entrata in vigore a giugno 2014 ha reso obbligatoria la loro pubblicazione). Inoltre, conviene sempre ve- ri care la sede del venditore, vedere se c’è la partita Iva e magari fare una telefonata al customer service. A volte i siti hanno anche il collegamento su facebook dove c’è molto pubblico e si trovano un po’ di commenti. In- somma, gli strumenti per fare tutte le veri che del caso non mancano. In ne, c’è il tema dei pagamenti, che non va sottovalutato. Meglio che le transazioni avvengano su siti sicuri, in modo tale che i dati non possano essere clonati. Prima di confermare un acquisto, quindi, meglio accertarsi che ci sia un protocollo di sicurezza SSL, facilmente identi cabile dalla presenza all’inizio dell’indirizio internet della sigla https:// (e non semplicemente http://)

COME PAGARE

I metodi di pagamento nel mondo ecommerce sono diversi: da PayPal a Masterpass, dalle carte di credito a quelle prepagate, no ad arrivare a boni co e contrassegno (pagamento in contanti alla consegna della merce). Pagare con PayPal e Masterpass ha i suoi vantaggi, in quanto la carta di credito è già registrata e non bisogna inserire nuovamente i dati della carta, quindi numero, codice di sicurezza, scadenza e titolare. Non tutti però hanno un conto PayPal (si può aprire gratuitamente) o sono registrati al servizio offerto da Masterpass. In questi casi si può usare tranquillamente e senza rischi la carta di credito o la prepagata; un metodo che su alcuni retailer virtuali permette di usufruire di sconti o promozioni particolari, come l’azzeramento delle spese di spedizione. Se il sito non è protetto è consiglia- bile evitare di inserire il numero della carta di credito.

INVICE.IT INVESTMENT & ADVICE
Invice - Investment & Advice è il nuovo progetto editoriale di Brave Editori Srl. IL QUOTIDIANO ONLINE Sul quotidiano online, www.invice.it, sono disponibili ogni giorno le principali news provenienti dal mercato, dal mondo dei promotori/consulenti e dall’universo del risparmio gestito, le strategie d’investimento consigliate da strategist e gestori, le interviste ai personaggi del momento, oltre a un ampio spazio dedicato alla finanza personale e al mondo della tecnologia. IL MENSILE Il magazine Invice, disponibile nella versione digitale sul sito e sui circuiti Apple e Android, è interamente dedicato ai professionisti della consulenza. Ogni mese saranno analizzati i principali trend di mercato, i fondi e gli altri prodotti più “in” secondo il parare dei promotori/consulenti, le offerte di lavoro nel mondo del risparmio gestito, le problematiche legali e fiscali, oltre ai principali temi d’investimento e di attualità. Con Invice la consulenza è a portata di clic
Translate